Natalia la forza delle parole

di Giuliana Racca

Compra ebook a  5,49

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788874029631

    Prezzo di copertina: € 5,49

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Formato digitale: EPUB Reflowable

    Protezione: nessuna

     

     

Disponibile

Compra libro + ebook (gratis) a  8,50

Normalmente preparato per la spedizione
in un giorno lavorativo

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788874029525

    Prezzo di copertina: € 8,50

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Pagine: 112

    Rilegatura: brossurato

     

     

Autore

Natalia la forza delle parole

di Giuliana Racca

Natalia era una di quelle donne che chiunque vorrebbe incontrare almeno una volta nella vita. Figlia di Giuseppe Levi, celebre professore del futuro premio Nobel Rita Levi Montalcini, aveva sposato il carismatico Leone Ginzburg, uno tra i più importanti intellettuali degli anni ’30.
Molte donne avrebbero vissuto all’ombra di due simili giganti. Lei no. La sua forza interiore, l’intelligenza, la straordinaria capacità di coltivare le relazioni umane e gli affetti, a dispetto dell’aria burbera e severa con cui si presentava, l’hanno portata a essere scrittrice, editor, sceneggiatrice, mamma e poi nonna.
La sua storia si intreccia con quella della società italiana prima stretta nella morsa del fascismo e della guerra e poi rinata alla vita, offrendo uno spaccato sui fermenti culturali del Novecento e su alcuni personaggi di spicco come Adriano Olivetti, Cesare Pavese e Giulio Einaudi.

Contenuti extra

Rassegna stampa

Famiglia Cristiana, 12 Aprile 2015

«Il suo insegnamento più grande per me è stata la sua integrità», scrive l’autrice in questa originale biografia di Natalia Ginzburg in cui ne ripercorre la vita attraverso dialoghi, ispirati ai suoi libri, a lettere e interviste. Un ritratto che tocca la morte in carcere del marito Leone, l’attività all’Einaudi, l’impegno civile.  

Leggi tutto

Donne della realtà's blog, 10 Febbraio 2015

MEMORIA Gli uomini vanno e vengono per le strade della città. Comprano cibi e giornali, muovono a imprese diverse. Hanno roseo il viso, labbra vivide e piene. Sollevasti il lenzuolo per guardare il suo viso, ti chinasti a baciarlo con un gesto consueto. Ma era l’ultima volta. Era il viso consueto, solo un poco più…

Leggi tutto