La Parola in-attesa

Provati dalla crisi, plasmati dalla speranza

di Gerardo Antonazzo

Disponibile su ordinazione

Compra libro a  19,00

Questo libro verrà stampato in singola copia con tecnologia Print on Demand.
Per la stampa ci vorranno indicativamente 5 giorni lavorativi.

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788869297151

    Prezzo di copertina: € 19,00

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Pagine: 352

    Contenuti: Index

    Rilegatura: brossurato

     

Autore

Con la collaborazione di: Matteo Maria Zuppi (Presentazione di), Antonio Pitta (Prefazione di)

La Parola in-attesa

Provati dalla crisi, plasmati dalla speranza

di Gerardo Antonazzo

L’autore ci aiuta a vivere il confronto, duro, drammatico, per tutti esigente e vero, della pandemia come una grande opportunità per capire e cambiare. Il libro è un itinerario ricchissimo di spunti, di sapienza, di spiritualità, che va percorso, come credo sia avvenuto nella sua elaborazione, a tappe, prendendo tempo e senza farselo rubare da nessuno, con tanta meditazione, aiutati anche dalla tradizione ignaziana, chiudendosi nella stanza del cuore, fermandoci e facendo silenzio, noi che siamo agitati e pieni di horror vacui. Ogni tappa è biblica e presenta la meditazione, i riferimenti necessari per collocarla e crescere nell’ascolto della Parola, il discernimento personale, l’approfondimento, la preghiera, aiutati da salmi o da alcune fonti di spiritualità come don Tonino Bello.
Dalla Presentazione del card. Matteo Maria Zuppi

La Parola di Dio è sempre in-attesa perché declina il desiderio umano di chi si attende risposte vere e non scontate alle reali domande dell’esistenza. Nello stesso tempo si tratta di una Parola sempre imprevista, capace com’è di smantellare qualsiasi certezza acquisita.
Dalla Prefazione di mons. Antonio Pitta

Dio propone il deserto che non t’aspetti, non quello che tu scegli.

Contenuti extra

Indice

  • Presentazione (card. Matteo Maria Zuppi)
  • Prefazione (mons. Antonio Pitta)
  • Introduzione
  • LA TUA PAROLA MI FA VIVERE
  • Dal pane alla Parola
  • Parola e discernimento
  • La famiglia, creatura della Parola
  • DALLA PAROLA DI OGNI DOMENICA ALLA PAROLA DI OGNI GIORNO
  • Il cuore in quarantena
  • Trasfigurati dalla prova
  • Vergogna!
  • Tra dire e il fare
  • Servire è generare
  • Niente più infido del cuore
  • Pietra di scarto
  • In quale Dio credo?
  • Sitio!
  • Lo straniero ti guarisce
  • Semplicemente sempre
  • Saggezza e intelligenza
  • Il silenzio del giusto
  • Ascoltare è amare
  • L'umiltà dona speranza
  • Fango impastato di luce
  • Creare è da Dio
  • Una domanda scontata?
  • La pienezza dei tempi e la piena di grazia
  • Perversione della fede
  • Parresia o complicità?
  • Dissenso
  • Tra la morte e la vita
  • L’amore non amato
  • Per non morire di veleno
  • La verità
  • Si può non morire
  • La calunnia proprio no!
  • La profezia inattesa
  • Folla è follia
  • Il profumo della tenerezza
  • Il boccone più amaro
  • Sono forse io?
  • #iorestonelcenacolo
  • #andràtuttobene
  • La Pasqua allunga la vita
  • Macchina del fango
  • L’assenza di chi c’è
  • Fare strada
  • Contagio di ritorno
  • Forse è il Signore!
  • A chi obbedire?
  • Lockdown della paura
  • Rinascere dalla croce
  • Voglia di cambiamento
  • Amare è fare luce
  • Saper disobbedire
  • La divisione che non sottrae
  • Alla scuola della sequela
  • La speranza non tramonta
  • Guadagnarsi il pane
  • Parola, carne, pane, corpo