Il senso e la forza

Saggi sulla filosofia di Paul Ricœur

di Oreste Aime

Disponibile

Compra libro a  16,00

Normalmente preparato per la spedizione
in un giorno lavorativo

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788869290336

    Prezzo di copertina: € 16,00

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Pagine: 224

    Contenuti: Index

    Rilegatura: brossurato

     

Autore

Il senso e la forza

Saggi sulla filosofia di Paul Ricœur

di Oreste Aime

F enomenologia ed ermeneutica, filosofie del senso, sono in difficoltà a trattare la questione della forza, elemento chiave emerso in particolare dalla «scuola del sospetto» (K. Marx, S. Freud, F. Nietzsche).
La filosofia riflessiva di Paul Ricoeur ha tentato di farlo, anche se questo non è il motivo prevalente del suo lungo ed articolato percorso di pensiero. I saggi qui raccolti, che si collegano tra di loro sul filo di questo importante e non molto indagato rapporto, si occupano pure di alcune altre rilevanti e in qualche modo collegate questioni: il simbolo e il soggetto, il potere e il riconoscimento, il delitto e la pena.
La peculiarità del pensiero di Ricoeur appare, poi, ben più delineata se colta in dialogo con quella di altri grandi filosofi e pensatori (E. Levinas, C. Taylor, R. Girard, J. Derrida). L’atto di lettura teorizzato da Ricoeur è così in grado di guidarci anche nei punti estremi e nevralgici del religioso, del tragico e dello spirito.

Contenuti extra

Indice

  • Presentazione pag. 3
  • Paul Ricoeur (1913-2005) » 9
  • 1. Tempo della vita, tempo dell'opera » 9
  • 1.1 La cifra della nascita » 9
  • 1.2 Molteplicità di interessi, di profili possibili e unità dell'opera » 10
  • 1.3 Una collocazione storica » 11
  • 1.4 La singolarità della domanda » 13
  • 2. La filosofia e il suo altro » 13
  • 2.1 L’idea di filosofia » 13
  • 2.2 Filosofia e scienze » 14
  • 2.3 Filosofia e pensiero » 15
  • 2.4 Filosofia e saggezza » 17
  • 3. Quale filosofia? » 18
  • 3.1 Dalla riflessione alla speculazione » 18
  • 3.2 Verità come giustizia » 19
  • 3.3 La funzione meta- e l’aporia » 21
  • 4. L’uomo in azione, fallibile e capace » 22
  • 4.1 L’antropologia filosofica come telos » 22
  • 4.2 Le tappe e il filo conduttore » 23
  • 4.3 Azione, linguaggio, immaginazione » 24
  • 4.4 Fallibile, anzi capace » 25
  • 5. L’esplorazione ontologica » 26
  • 5.1 La via breve e la via lunga » 26
  • 5.2 Abbozzi di ontologia » 28
  • 6. Nel tempo dell’opera » 30
  • 6.1 Dialogo e conflitto » 30
  • 6.2 Singolarità » 31
  • 6.3 Ripresa » 32
  • Simbolo e soggetto » 35
  • 1. Simbolo e filosofia: la posta in gioco » 35
  • 2. La traccia storica » 36
  • 3. Il simbolo nella filosofia di Ricoeur » 38
  • 4. Simbolo e interpretazione » 40
  • 4.1 » 40
  • 4.2 » 45
  • 5. Metafora, simbolo, concetto » 51
  • 6. Trasformazione dell’ermeneutica » 54
  • 7. «Due rive ci vogliono» (R. Char) » 55
  • 7.1 La filosofia e il simbolo » 55
  • 7.2 Accesso al simbolo » 56
  • 7.3 Forza e senso, bios e logos » 58
  • 7.4 Il soggetto e l’ontologia: identità e alterità » 59
  • Riconoscimento e potere » 63
  • 1. Riconoscimento » 63
  • 2. Transizione » 68
  • 3. Potere » 70
  • 3.1 Io voglio e io posso: «libertà creata» » 70
  • 3.2 L’«io voglio» nell’«io posso»: ontologia del sé » 71
  • 3.3 Capacità e capabilità » 72
  • 3.4 La sfida semiologica: intermezzo » 73
  • 3.5 Potere e possibilità, atto e potenza » 76
  • 4. Potere e riconoscimento » 78
  • 5. Conclusione » 80
  • Dei delitti, della pena e del perdono » 83
  • 1. La scena » 83
  • 2. Lo scandalo insolubile della pena » 86
  • 2.1 Il fondamento del diritto di punire » 86
  • 2.2 L’interpretazione del mito della pena » 91
  • 2.3 Scacco e orizzonte utopico della giustizia » 96
  • 3. Annotazioni conclusive » 103
  • Il trauma e il riconoscimento. Ricoeur lettore di Levinas » 107
  • 1. Una lunga lettura » 108
  • 2. La differenza iniziale » 109
  • 3. La traccia, la testimonianza e l’infinito » 111
  • 4. Alterità o mutualità? » 113
  • 5. Etica e ontologia » 115
  • 6. Lo Strano Anello » 116
  • L’identità del sé tra storia e ontologia. Ricoeur e Charles Taylor » 119
  • 1. La posta in gioco. Storia di un dibattito » 119
  • 2. Storie incrociate » 123
  • 3. L’identità moderna » 125
  • 4. Il sé da Sé come un altro a Percorsi del riconoscimento » 129
  • 5. Identità » 132
  • L’abisso della convinzione. Ricoeur e René Girard » 135
  • 1. Violenza e religione » 137
  • 2. L’abisso della convinzione » 139
  • La parola e la traccia. Fenomenologia ermeneutica e decostruzione » 147
  • 1. Intersezioni sull’abisso » 147
  • 2. I giorni e le opere » 151
  • 3. Fenomenologia e semiologia, ermeneutica e decostruzione » 152
  • 4. Il senso/significato e il segno » 155
  • 5. Il discorso e la scrittura » 157
  • 6. Semantica e sintassi: la metafora » 160
  • 7. Medesimo e altro, possibile e im-possibile, atto e chora » 162
  • 8. Ancora l’abisso » 164
  • La lettura. Note di ermeneutica » 167
  • 1. Storia della lettura » 167
  • 2. Storia della lettura della Bibbia » 169
  • 3. I filosofi e la Bibbia » 171
  • 4. L’ermeneutica filosofica per l’ermeneutica biblica » 174
  • 5. Il testo e lo schermo » 178
  • Il tragico e l’etica » 181
  • 1. La curvatura etica » 181
  • 2. La "piccola etica" » 182
  • 3. Il tragico » 185
  • 4. Tragico ed etica, catharsis e phronein » 187
  • 5. Il senso e la forza » 189
  • In filigrana. Lo spirito nella filosofia di Ricoeur » 193
  • 1. In filigrana » 193
  • 2. Lo spirito e i livelli dell’esperienza » 194
  • 3. Lo spirito nella riflessione e nella speculazione » 197
  • 4. Lo spirito e l’istituzione » 198
  • 5. Lo Spirito, libero, uno e molteplice » 200
  • Postfazione – Senso e forza » 205
  • 1. Avvio » 205
  • 2. Momenti di una storia della questione » 206
  • 3. La questione e il metodo » 209
  • 4. Il percorso di Ricoeur » 212
  • 5. I dwell in Possibility (Emily Dickinson) » 215
  • Indice dei nomi » 217

Rassegna stampa