Piccola metafisica del libro

di Matteo Bergamaschi

Questo libro verrà stampato in singola copia con tecnologia print on demand. Per la stampa ci vorranno indicativamente 5 giorni lavorativi.

Compra libro a  12,00

Questo libro verrà stampato in singola copia con tecnologia Print on Demand.
Per la stampa ci vorranno indicativamente 5 giorni lavorativi.

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788869290701

    Prezzo di copertina: € 12,00

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Pagine: 144

    Rilegatura: brossurato

     

     

Autore

Con la collaborazione di: Roberto Cicala (Prefazione di)

Piccola metafisica del libro

di Matteo Bergamaschi

Il libro è oggi nel vivo di un dibattito incalzante, caratterizzato da stravolgimenti su tutti i fronti. Il mondo della comunicazione conosce un’impressionante metamorfosi: l’informazione cresce a velocità spaventosa, le tecnologie non cessano di innovarsi a ritmi altrettanto vertiginosi, mentre l’universo della rete genera mutamenti che sconvolgono le cornici abituali dell’esperienza. A ciò si intrecciano le dinamiche sociali ed economiche che reggono l’apparato del consumo e dello spettacolo, configurando le nostre vite. Qual è l’esperienza di senso in grado di dipanarsi in un simile intreccio? Che cosa può significare «pensare» in un contesto così problematico e al tempo stesso così avvincente? Tali gli interrogativi in cui si cala questa «piccola metafisica»: essa indaga quel consueto supporto che nei secoli ha ospitato l’esperienza del senso dando «corpo» al pensiero – ciò che chiamiamo «libro».

«Occorre allora pensare… pensare (al)l’infinito, e dunque pensare di contrabbando, occorre evadere senza mai aver finito, rendersi conto che pensare… è un gesto rivoluzionario…»

Contenuti extra

Indice

  • Un libro, ovvero l'esperienza finita dell’infinito (Roberto Cicala) p. 3
  • Introduzione
  • Del pensare. Come di cosa finita » 9
  • I – Questioni preliminari » 29
  • I. Sul concetto di una metafisica «piccola» » 29
  • II. Fisica e metafisica del libro: una scienza ontologica » 34
  • III. Libro, testo e scrittura » 42
  • IV. Quale libro? » 51
  • II – Una scienza ontologica del libro » 55
  • I. Essere come libro » 55
  • II. I predicati ontologici del libro » 63
  • III. Per una storia dell’essere del libro » 77
  • IV. Il libro nell’era della sua riproducibilità tecnica » 89
  • III – Per un’ethica del libro » 99
  • I. Ethica del libro » 99
  • II. Del finito e del testo. Ancora » 110
  • III. Il feticcio (psicotico) del libro » 116
  • IV. Libro, ideologia e critica » 120
  • Conclusione
  • Trascendentale e categoriale. Della fragilità del pensiero » 133
  • Bibliografia » 139

Rassegna stampa

Il nostro tempo, 8 Novembre 2015

Libro della Natura, libro della Scrittura: questo piccolo oggetto, il libro, è stato per secoli l’immagine più efficace per rappresentare il mondo e il suo ordine. Simbolo della ragione, veicolo per eccellenza del pensiero e delle idee, ha attraversato tutti quei cambiamenti tecnologici che lo hanno condotto da manoscritto in pergamena a carta stampata, passando…

Vita diocesana pinerolese, 6 Dicembre 2015

Oggi il libro è oggetto di continui aggiornamenti e trasformazioni: da oggetto di carta ad e-book, che però in Italia non ha molto successo, sento dire. Se cambia il libro, di carta o altro, c a m b i a anche, alla lunga, anzi alle corte, il pensiero, e cambiano, coi modi della comunicazione, i…