Bruno Albertino

Medico e instancabile viaggiatore. Nato a Carmagnola nel 1960, si laurea a Torino in Medicina e Chirurgia nel 1985. Viaggia dall’età di 17 anni, prima in Italia ed Europa quindi nel resto del mondo. Durante i suoi viaggi ha maturato un vivo interesse per le arti primitive, con particolare riguardo all’Arte Africana di cui è collezionista e studioso. Ha curato la mostra «Le figure di maternità nell’arte tribale africana» presso la libreria Diari di Viaggi di Torino nel Novembre 2012. Nel dicembre 2012 è stato curatore della Mostra «Essere ed apparire – volti e sculture dell’Africa tribale» a Torino, Palazzo Bertalazone di San Fermo. Ha curato la mostra «Africa: alle origini della vita e dell’arte», a Carmagnola (Torino) Palazzo Lomellini (settembre – novembre 2013). Da novembre 2014 a gennaio 2015 ha curato a Torino la Mostra fotografica e di Arte africana: «Vanishing Africa». Nel 2014 pubblica con Neos Edizioni il libro Maschere d’Africa e nel 2016 pubblica, con lo stesso Editore, il libro Mama Africa. Ha curato la Mostra «African Style» presso Palazzo Salmatoris a Cherasco (Cuneo) dal 17 ottobre 2015 al 17 gennaio 2016. Ha partecipato alla realizzazione del libro Lo spirito della maschera edito dall’Associazione Italia-Asia «G.Scalise» Milano 2015. Ha partecipato alle Mostre «Africa dove vive lo spirito dell’arte» (Rivoli 2016) e «Africa la grande madre» (Oderzo di Treviso 2016-2017). Ha partecipato con la sua collezione alla Mostra «Modigliani e l’art nègre» (Spoleto Festival dei due mondi giugno-luglio 2017) in collaborazione con l’Istituto Modigliani di Roma. Ha curato la Mostra «Africa dal tradizionale al contemporaneo» presso il MACIST Museum di Biella (ottobre-dicembre 2017). Ha curato la Mostra «Mama Africa» presso il Museo di Arte e Scienza di Milano (ottobre-novembre 2017). Ha visitato i principali musei etnografici e di arti primitive del mondo e mantiene relazioni con alcuni grandi protagonisti dello studio e del collezionismo dell’Arte Africana.