Ripartiamo dalla vita

Pagine di Vangelo nelle pieghe del quotidiano

di Paolo Tassinari

Disponibile

Compra libro a  14,00

Normalmente preparato per la spedizione
in un giorno lavorativo

Oppure acquista su

Informazioni

  • Isbn: 9788869296208

    Prezzo di copertina: € 14,00

    Stato: In catalogo, disponibile

    Anno:

  • Pagine: 216

    Rilegatura: brossurato

     

     

Autore

Ripartiamo dalla vita

Pagine di Vangelo nelle pieghe del quotidiano

di Paolo Tassinari

«Ma cosa c’entra questa roba con me?»: a chi di noi – uomini e donne coi piedi per terra, gente adulta e disincantata – ricordando un qualsiasi brano di Vangelo letto in età giovanile, oppure dopo averlo ascoltato più o meno casualmente, non è mai saltata in testa una domanda del genere?
Viceversa, cosa c’entra la mia vita con quelle pagine? Essermi innamorato, avere dei figli e svolgere una professione, come anche vivere delusioni, sperimentare fallimenti e scoprirmi incapace di resistere al male, appartiene in qualche modo al Vangelo?
I testi qui raccolti percorrono queste domande con puntualità, a volte con ironia. Scegliendo di «ripartire dalla vita», desiderano mostrare l’originaria correlazione tra il Vangelo e la nostra umanità comune, così che possiamo intravedere i segni della buona presenza di Dio anche là dove appaiono estranei o inesistenti. Di conseguenza risulterà evidente quanto la «fede di Dio» in ogni uomo e donna, preceda e renda possibile la «fede in Dio» di ciascuno di loro. Roba da non credere!

Schiacciare un pisolino, litigare con il partner, accorgersi che un figlio è diverso da ciò che vorresti, scambiare quattro chiacchiere con gli amici fino a disquisire su disordine, spaghetti e mascarpone, c’entra qualcosa con la fede cristiana?

Contenuti extra

Indice

  • Prefazione (Andrea Grillo)
  • Premessa
  • Mettere vita (nell'anno liturgico)
  • Vita domestica
  • Vita aggredita
  • Vita sorprendente
  • Cose della vita
  • Nuova vita insieme
  • Apparato iconografico
  • Ridare vita (al diacono permanente)
  • Conclusione
  • Postfazione (don Pierangelo Chiaramello)